I migliori canyon in Sardegna

Scopri il mondo del torrentismo, tour accessibili anche a principianti e famiglie

Il canyoning, o torrentismo, è il miglior modo di scoprire gli angoli più verdi e fioriti della Sardegna. Per chi ama unire natura e avventura, i tanti canyon sardi permettono di conoscere luoghi altrimenti inaccessibili e vivere un’esperienza fuori dall’ordinario.

 

Lontani dalle spiagge affollate e dal caldo cocente, i nostri canyoning tour ci porteranno a scoprire un lato della Sardegna davvero inusuale.

Ci immergeremo in scenari stupendi, tra calate in corda e salti dentro profonde pozze di acque smeraldine, popolate da libellule di vari colori e oleandri fioriti.

 

Durante l’estate, l’unico canyon con acqua in Sardegna è il Riu Pitrisconi, situato a breve distanza da San Teodoro. Il Riu Pitrisconi è un canyon molto aperto e luminoso. Nonostante il percorso includa due calate in corda, tuffi nelle piscine e vari tratti a nuoto, non è faticoso ma adatto anche a principianti e bambini.

le montagne della sardegna e i suoi canyon nascosti

Canyon con e senza acqua. Percorribili tutto l’anno

Tra gli altri canyon in Sardegna percorribili anche d’estate abbiamo Bacu Padente a Baunei e Codula Fuili a Cala Gonone. Entrambe i canyon sono perennemente asciutti, solcati da acque antiche milioni di anni. Il canyon Codula Fuili è una gola molto stretta e ombrosa che nasce dalle montagne sopra Cala Gonone e arriva alla caletta Fuili, molto rinomata per il suo paesaggio esotico. Il percorso lungo il canyon Bacu Padente invece è molto insolito. Le calate in corda in effetti non si svolgono all’interno del canyon, ma su una sottile e altissima cresta panoramica che percorre il lato sud del canyon.

 

Anche i canyon Bacu Padente e Codula Fuili sono adatti a principianti. L’unica cosa importante è non avere paura dell’altezza e delle calate in corda. Le nostre guide si occupano di tutte le manovre di corda, permettendovi di godere dell’escursione in totale sicurezza.

 

Per alleggerire l’impegno fisico necessario al completamento di questi due canyon è possibile evitare la camminata di andata o ritorno. Al termine dei canyon Bacu Padente è possibile un transfer in gommone per tornare a Santa Maria Navarrese. In questo modo è possibile ammirare l’imponente scogliera del golfo di Orosei. Nel caso di Codula Fuili invece è possibile un transfer al punto di partenza, evitando così 90 minuti di cammino.

 

Di cosa ho bisogno per partecipare al canyoning?

Tutto l’equipaggiamento tecnico per il canyoningè fonito da noi. Dalle mute agli imbraghi e gli zaini specifici per il torrentismo.

 

Nei canyon con scorrimento d’acqua dovrete indossare costume da bagno e un paio di scarpe da ginnastica, più un cambio di vestiti asciutti per quando si torna alle macchine. Per i canyon senza scorrimento d’acqua è sufficiente indossare vestiti comodi e adatti alla stagione e calzare un paio di scarpe da trekking.

 

Per riservare le mute della taglia giusta, vi chiederemo di elencarci altezza e peso di tutti i partecipanti.

C’è sempre acqua nei canyon in Sardegna?

La maggior parte dei canyon in Sardegna hanno una buona portata d’acqua durante l’inverno e la primavera, ma si seccano in estate. I canyon che abbiamo scelto per i nostri tour possono essere discesi tutto l’anno e godono di scenari davvero unici.

 

Il Riu Pitrisconi è probabilmente il nostro canyon migliore, avendo acqua tutto l’anno. Il sentiero di accesso al fiume è brevissimo, soli due minuti, e già dalla partenza inizieremo la nostra avventura con calate in corda e salti nelle numerose pozze di acqua. Il canyon Riu Pitrisconi è tanto bello quanto semplice, adatto a principianti e famiglie.

 

I canyon riportati in questa pagina sono solo una parte di quelli presenti in Sardegna, e su richiesta possiamo allargare la nostra offerta. Tutti i canyon sono soggetti a siccità, quindi non disponibili nei mesi più caldi.